Incrociano questa Via...

CIAO!

** BENVENUTA/O!
Se ti sei incuriosito e soffermato per osservare e leggere il nostro blog, allora ti chiediamo la cortesia di regalarci un tuo commento. Ma se anche soltanto hai trovato BELLO stare un po' con noi GRAZIE comunque e a quando puoi.

lunedì 14 ottobre 2013

NOTE DI COLORI - Carla Anna Pretti e Giancarlo Rigobello

La grande soddisfazione dopo l'allestimento della mostra

Metto di seguito alcune righe scritte per la presentazione.
"...
Di Carla metterò subito in rilievo l'amore per l'architettura. Linee e costruzioni sono la base della sua pittura, anche se alcuni soggetti, trattati nel tempo, dimostrano come sappia ben districarsi pure in altre direzioni. Direi che il colore ha saputo imporsi in modo evidente in questi ultimi due-tre anni. Soprattutto è cambiato decisamente il suo modo di entrare nella pittura. Vederla affrontare con determinazione e serenità situazioni anche complesse fa davvero piacere e per questo vorrei proporre il suo atteggiamento quale segno di una maturità acquisita, sia per quanto riguarda la tecnica e la capacità espressiva, sia per il senso che noi intendiamo dare al cammino di per se stesso oltre che alla meta cui legittimamente aspiriamo.


Di Giancarlo posso solamente in parte assecondare il desiderio che io dica di lui poche parole.
La sua ritrosia ad occupare il campo è conosciuta da tutti, spesso ci rammenta che le sue opere vanno osservate da lontano, si muove quasi in punta di piedi, non solo sulla carta ma anche quando cammina 
in mezzo a noi. Osserva con attenzione i diversi acquerelli, è pronto a sottolineare le conquiste di ciascuno, 
è generoso per natura, rimane incantato ed è sincero!
Ma il suo lavoro, che oso definire certosino, lo ha portato finalmente ad una consapevolezza che fino a qualche tempo fa nemmeno si sarebbe sognata. Forse il segno-disegno conquistato con una caparbietà non comune, gli ha permesso, lungo il percorso, di incontrare anche quei colori particolari che, nella trama fitta e a volte intricata, nascondono – o manifestano - una sensibilità e un amore per il bello decisamente invidiabili.
Adesso lui si trova davanti ai suoi quadri e pensa che forse non sono suoi, o, meglio, sa che sono frutto della sua creatività e della sua personalissima ricerca, ma vederli tutti insieme... beh! È una sorpresa che lo lascia del tutto stupefatto e meravigliato.
...

A parte abbiamo voluto mettere alcune opere del nipote di Giancarlo, Tommaso, sono significative di un'attenzione particolare che il nonno ha saputo donare, sono il segno di una libertà e qualità espressive che nel bambino, grazie a Dio, sono normalmente presenti. Sta a noi sperare che in questo mondo costruito sempre più su tecnica e commercio, abbia ancora senso parlare di arte e farne esperienza, al punto di comprendere come per l'uomo la semplice libertà di esprimersi artisticamente sia una ricchezza unica, da salvaguardare e da promuovere.

Concludo con una frase che ho letto scorrendo i miei appunti...

"Ricordate che l'acquerello è la tecnica più difficile, 
ma, in un certo senso, anche quella che dà più soddisfazioni.
Non hà nè l'austerità del disegno in bianco e nero, 
nè la sontuosità della pittura ad olio, 
ma è un contributo luminoso 
al vocabolario dell'arte."


Luigi -Velo d'Astico, 12 Ottobre 2013 – Biblioteca Comulale "A.Fogazzaro".

L'altra creatività di Carla Anna!!!

1 commento:

Cristina S ha detto...

Bellissima mostra che deve aver dato grande soddisfazione. Mi piace molto la frase finale sull'acquerello" contributo luminoso al vocabolario dell'arte". Condivido in pieno!
Ciao caro Luigi, un abbraccio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...